Attività didattiche e archeologia sperimentale

“VIVERE PALEOLITICO”: DA FRED FLINTSTONE A “RAMBO” …

Premessa

Fin dalle più antiche fasi del Paleolitico “l’animale uomo” ha interagito con la natura per sopravvivere. L’uomo paleolitico era un fine conoscitore dell’ambiente che lo circondava il quale era per lui “casa”, “strada” e “supermarket”. Di esso conosceva ogni percorso, i ripari, le fonti d’acqua, i pericoli, gli animali, ogni alimento commestibile, le piante, le rocce e i minerali che, direttamente o indirettamente, potevano essere utili alle varie attività su cui esso basava la sua vita e il suo benessere. Da una prima fase in cui le specie umane erano semplici raccoglitori e carnivori spazzini occasionali, l’uomo è divenuto un vero e proprio cacciatore, fino ad assurgere ai vertici della catena alimentare.

Fin da queste prime fasi l’uomo produceva gli strumenti in pietra funzionali alle sue necessità; strumenti che sono divenuti sempre più complessi per rispondere alle esigenze di una caccia sempre più specializzata. Una spinta decisiva all’evoluzione umana è certamente stata la conquista del fuoco. Il fuoco, prima temuto, venne da principio solo utilizzato, quindi alimentato e controllato e solo successivamente, con l’Homo Sapiens, pienamente dominato. Solo a partire da una fase relativamente recente della storia umana, l’uomo è infatti riuscito a escogitare dei modi per creare il fuoco ed utilizzarlo in qualsiasi momento per le proprie necessità. Tutto questo costituisce la base del “vivere Paleolitico” … molto meno Fred Flintstone… e molto più Rambo.

Finalità

  • Comprendere il ruolo della caccia nell’evoluzione umana e il suo ruolo nelle diverse fasi della Preistoria
  • Comprendere l’importanza della scoperta e del dominio del fuoco e per quali scopi l’uomo se ne è servito
  • Imparare a riconoscere quali risorse della natura potevano essere utili alla sopravvivenza dell’uomo paleolitico e gli usi che esso ne poteva fare
  • Comprendere come l’uomo trasformava alcune di queste risorse (selce, osso, legno, palco, conchiglie, ecc …) per realizzarne strumenti, armi e oggetti d’ornamento.

 

Modalità 

Introduzione
Una breve presentazione teorica sarà funzionale a ripercorre con i bambini l’evoluzione della specie umana, focalizzando/ripassando le principali invenzioni che hanno permesso all’uomo di passare da animale opportunista a cacciatore attivo al vertice della catena alimentare.

Attività pratica
L’operatore ripercorrerà dunque questi passaggi attraverso una serie di oggetti e di dimostrazioni pratiche. Si inizierà con la scheggiatura; verranno mostrate e spiegate le materie prime impiegate, le tecniche di base e verranno realizzati alcuni strumenti (ritoccati e non) che riassumano l’evoluzione delle “industrie litiche”. L’operatore si rende disponibile a lasciare alla disponibilità della classe, se richiesto, alcuni degli strumenti realizzati a fini didattici. Con l’insegnante sarà possibile valutare l’opportunità di concentrarsi su singoli elementi più complessi (es. l’evoluzione chopper, chopping-tool, bifacciale) o realizzare il fissaggio di uno o più strumenti litici a manici lignei con legature e collanti naturali. Saranno dunque mostrare una serie di risorse utilizzate dall’uomo paleolitico (sostanza coloranti, conchiglie, ossa, palco, pelle, funghi, penne, denti, ecc…) e come esse venivano trasformate/utilizzate. Ulteriore spazio verrà dato infine all’accensione del fuoco mostrando due dei principali metodi utilizzati fin dal paleolitico per la sua accensione ovvero la percussione silice-pirite e frizione con archetto. L’operatore mostrerà gli strumenti necessari, il principio su cui tali metodi di basano e l’importanza delle esche (tra cui il fungo esca). Previo accordo con l’insegnante e autorizzazione della scuola si potrà inoltre realizzare effettivamente, in un luogo appropriato e sicuro, l’accensione del fuoco e la realizzazione di un piccolo focolare. Un’attività alternativa a quelle prospettate, che potrà prevedere eventualmente la partecipazione attiva dei bambini (divisi in piccoli gruppi), potrà essere quella della realizzazione pratica di alcuni ornamenti in conchiglia, osso e steatite, mostrando le tecniche base di lavorazione (abrasione e taglio) e la tecnica di foratura (a mano o con trapano ad archetto). Gli ornamenti realizzati verranno lasciati alla disponibilità della classe come ricordo della giornata.

Durata

Circa 3 ore

Contributo
Contattami tramite e-mail (didattica@preistorie.it) o telefonami

Scarica il programma
“Vivere paleolitico”: da Fred Flintstone a “Rambo” …

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: