Attività didattiche e archeologia sperimentale

“FARE SEGNO”: FARE ARTE – LA NASCITA DELL’ARTE PREISTORICA

Premessa

Durante il Paleolitico l’uomo, nomade, cacciatore e raccoglitore, si spostava continuamente al seguito delle prede che costituivano la base della sua alimentazione. Oltre che all’interno di tende ed altri ricoveri temporanei, l’uomo trovava rifugio all’interno delle grotte. Oltre allo scopo abitativo queste ultime erano frequentate anche per scopi diversi, non utilitaristici, divenendo sede delle più antiche manifestazioni artistiche del genere umano. L’uomo ha infatti modificato le pareti e/o il fondo di alcune cavità con pitture e incisioni di vario genere per quanto concerne il tipo di soggetto rappresentato, il grado di complessità della raffigurazione e la tecnica adottata per realizzarlo. I soggetti rappresentati vanno da semplici linee a raffigurazioni molto più complesse tra cui spesso troviamo gli animali propri di quell’ambiente, talvolta all’interno di scene di caccia dove compaiono anche figure umane: cacciatori ma anche figure più enigmatiche, forse magiche. I peculiari contesti di rinvenimento e i soggetti trattati fanno ipotizzare che le più antiche raffigurazioni artistiche umane siano verosimilmente connesse alla sfera immateriale o comunque a pratiche rituali-propiziatorie, se non propriamente religiose.

Finalità

  • Comprendere il ruolo della caccia e della raccolta nelle strategie di sussistenza del passato
  • Riconoscere i vari animali erbivori e carnivori cacciati dai primi sapiens, le strategie venatorie e le armi utilizzate
  • Riprodurre le principali tecniche artistiche che caratterizzano l’arte paleolitica
  • Stimolare la creatività e incentivare l’utilizzo di nuovi materiali per esprimerla

Modalità

Introduzione

I bambini assisteranno a una breve lezione teorico-pratica in cui verrà proiettata una piccola presentazione che illustri lo stile di vita dei cacciatori paleolitici. Si farà notare come a determinati ambienti e climi corrispondano animali specifici e come questi influenzino le armi connesse alle pratiche venatorie e le strategie di caccia. Verranno dunque mostrati diversi esempi di arte paleolitica dove il soggetto rappresentato sono gli animali propri dell’ambiente in cui l’uomo viveva. Saranno dunque spiegate le diverse tecniche pittorico-artistiche dell’arte paleolitica mostrando una carrellata dei più comuni soggetti rappresentati. Gli operatori provvederanno quindi a presentare gli strumenti e i materiali che verranno utilizzati dai bambini nella successiva attività pratica, mostrando come utilizzarli.

Attività pratica

I bambini si cimenteranno nella riproduzione delle pitture preistoriche a partire dalla preparazione preliminare dei colori e/ dello strumentario, per finire con la raffigurazione della rappresentazione vera e propria.

Gli alunni prepareranno i pigmenti colorati (rosso, giallo e nero) macinando grumi di ocra e carbone con pestelli in pietra. Dopo aver raccolto la polvere prodotta in una conchiglia, questa sarà miscelata all’occorrenza con acqua e/o albume (per ottenere colori più diluiti o più densi) proseguiranno a realizzare le pitture preistoriche sul supporto prescelto (vedi sotto) ispirandosi ad una serie di modelli che l’operatore provvederà a fornire selezionando alcuni soggetti di arte paleolitica rinvenuti nelle grotte in Francia e Spagna. Durante l’attività verranno impiegati pennelli rudimentali, cannucce, stracci di pelle, conchiglie, frammenti d’osso, bacchette e masserelle di vari colori da utilizzare a mo’ di “gessetto”, oltre che le proprie mani.

Attività opzionale:

Il medesimo laboratorio può essere svolto su diversi tipi di supporto da decidere con l’insegnante, che vanno incontro alle esigenze della singola classe (i prezzi dell’attività varieranno in base al supporto prescelto):

  • Disegno e pittura su parete verticale (superficie di x metri resa disponibile dall’insegnante per l’attività) su carta, liscia o rugosa a simulare la parete della grotta;
  • Incisione e/o pittura su tavoletta di gesso o argilla
  • Disegno e pittura su cartoncino

Sarà possibile realizzare una o più alternative proposte. Le raffigurazioni proposte da ciascun bambino rimarranno alla disponibilità della classe e delle scelte che l’insegnante riterrà più opportuno.

 

Durata

Circa 3 ore

 

Costo

Contattami tramite e-mail (didattica@preistorie.it) o telefonami

 

Scarica il programma

“Fare segno”: fare arte – la nascita dell’arte preistorica…

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: